Nuovo seminario per CEIDA

Il prossimo 29 Febbraio 2015 avrò il piacere di realizzare un seminario a favore di CEIDA (Roma), dal titolo “”La gestione dei rifiuti negli Enti locali: cosa cambia con il collegato ambientale 2016 e prospettive con la proposta di direttiva sull’economia circolare“”, della durata di 7 ore.

[show_more more=”Mostra il Programma” less=”Chiudi” color=”#0a0a0a” list=”»”]

Con il Collegato Ambientale alla Legge di Stabilità 2016 (L. n. 230 del 30 Dicembre 2015) vengono introdotte nel panorama normativo numerose novità che interessano l’attività degli Enti locali (ed in particolare del Comune) in qualità del soggetto affidatario del servizio di igiene urbana (“SIU”), ovvero della gestione dei rifiuti solidi urbani sul proprio territorio. Diverse sono le modifiche apportate alla parte IV del c.d. “Testo Unico Ambientale” (TUA), recante “la gestione dei rifiuti e la bonifica dei siti inquinati”, tra le quali si segnalano:

  • novità in tema di vigilanza sulla gestione dei rifiuti urbani svolte indirettamente dai Comuni mediante il soggetto terzo affidatario, attività che viene ora ricondotta in capo al Ministero dell’ambiente, il quale avrà, tra le altre cose il compito di definire i c.d. “costi standard” delle operazioni realizzate nell’ambito del SIU, gli schemi del “contratto di servizio”,  un sistema tariffario equo e trasparente basato sul principio dell’ordinamento dell’Unione europea “chi inquina paga” e sulla copertura integrale dei costi efficienti di esercizio e di investimento, avvalendosi dell’Istituto Superiore per la Ricerca e per la protezione ambientale (“ISPRA”);
  • novità in tema di raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata (“RD”) imposti dalla normativa vigente, prevedendo l’applicazione di addizionali al tributo di conferimento dei rifiuti in discarica a carico dei comuni che non abbiano raggiunto le percentuali previste, e in modo simmetrico riduzioni del medesimo, correlate al superamento dei suddetti obiettivi, prevedendo a loro carico, l’obbligo annuale di comunicazione alla Regione dei dati riguardanti la RD, secondo formati, i termini e le modalità di rilevamento e trasmissione da questa congeniati, fissando sanzioni pecuniarie anche in questa evenienza; vengono altresì previste misure economiche di incentivo ai Comuni da parte delle Regioni a seguito della corretta applicazione delle misure di prevenzione della produzione dei rifiuti;
  • novità in tema di sostegno e finanziamento degli interventi di raccolta e di smaltimento dei rifiuti nonché gli interventi di recupero e salvaguardia ambientale nelle isole minori;
  • novità in materia di destinazione del tributo speciale per il deposito in discarica e in impianti di incenerimento, a seguito della riforma “Delrio”;
  • novità in tema di Tassa sui rifiuti (“TARI”, di cui alla L. n. 147/13), istituendo, per la prima volta nella parte IV del TUA, agevolazioni per il trattamento della componente organica del rifiuto mediante compostaggio aerobico da parte delle Utenze del Servizio, ed in modo correlato, disposizioni per favorire il medesimo, introducendo la nozione di “compostaggio di comunità”; inoltre, con la Legge di Stabilità 2016 sono effettuati interventi da parte del Legislatore riguardanti il periodo transitorio per l’applicazione dei coefficienti ridotti, i fabbisogni standard e gli aumenti nelle tariffe dei tributi locali;
  • novità in tema di rifiuti di prodotti da fumo e rifiuti di piccolissime dimensioni, per cui sorge l’obbligo a carico dei Comuni di realizzare opportuni sistemi di raccolta sul territorio, i quali dovranno impiegare una parte dei proventi derivati dalle violazioni accertate e versate presso un apposito fondo costituto presso il MATTM, ad apposite campagne di informazione da parte degli stessi comuni, volte a sensibilizzare i consumatori sulle conseguenze nocive per l’ambiente derivanti dall’abbandono dei mozziconi dei prodotti da fumo e dei rifiuti di piccolissime dimensioni;
  • novità in tema di gestione di rifiuti elettrici ed elettronici e di rifiuti di pile e accumulatori, introducendo prescrizioni per la piena attuazione delle direttive dell’Unione Europea in materia;
  • novità in tema di obiettivi di riduzione dei rifiuti conferiti in discarica (ed anche i criteri per la loro ammissione), che vengono aggiornati ed interessano, in particolar modo, i rifiuti biodegradabili;
  • novità circa l’individuazione di appositi spazi presso i centri di raccolta  per l’esposizione temporanea finalizzata allo scambio tra privati cittadini di beni usati e funzionanti direttamente idonei al riutilizzo, per finalità di riutilizzo di prodotti e di preparazione per il riutilizzo dei rifiuti.

La giornata di studio riguarda il tema della gestione integrata dei rifiuti solidi urbani da parte della Pubblica amministrazione, e in particolare dei Comuni, facendo il punto della situazione attuale e illustrando le prospettive circa gli argomenti trattati durante la loro esposizione.

[/show_more]

Contatti

 800.89.56.89 |  info@stefanosassone.it |  form

  • maggiori informazioni sulle esperienze professionali di Stefano Sassone
  • realizzazione di studi, consulenze, seminari, pubblicazioni su temi economico-ambientali
  • richiedere la newsletter gratuita sul mondo dei rifiuti e delle energie rinnovabili

Download

Ti interessa il post? Clicca sotto e scaricalo con Cleanprint!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *