Al via “Comuni sempre piu’ verdi”

E’ stato presentato il 10 maggio presso il Comune di Locorotondo, una competizione indetta da Cisambiente per eleggere l’amministrazione pugliese “più green”.

Il concorso

Al via il 10 maggio il concorso: “Comuni sempre più verdi”, competizione tra gli Enti locali con meno di 30mila abitanti che si distinguono per iniziative particolarmente sensibili ai temi dell’igiene urbana e della produzione di energia proveniente da fonti rinnovabili.

E’ stato il Comune di Locorotondo, in provincia di Bari, ad ospitare la presentazione del progetto promosso da Cisambiente, costola verde di Confindustria.

I parametri di giudizio

Saranno tre i parametri ai quali ciascun Ente candidato dovrà rispondere: la gestione dei rifiuti, la presenza turistica, le pratiche di sostenibilità ambientale adottate. Migliori risulteranno le iniziative messe in campo, maggiori saranno le possibilità di vincere il premio assegnato da una giuria composta da personalità di spicco del modo dei rifiuti e delle energie rinnovabili.

A contribuire al punteggio dei Comuni concorrenti però, anche iniziative di agevolazione fiscale al cittadino. Una su tutte: adotta un cane o un gatto abbandonati e risparmia la TARI. Infine, alla formazione delle graduatorie concorrerà anche il giudizio di una personalità esterna che non si atterrà esclusivamente ai parametri ufficiali.

Le dichiarazioni

“Abbiamo ritenuto opportuno promuovere un’iniziativa  con carattere di premialità sia per alimentare una sana competizione tra i Comuni che investono in politiche ambientali, sia per dimostrare che esiste un Sud che lavora per il bene dell’ambiente e lo fa con risultati eccelsi” – ha dichiarato il Direttore Generale di Cisambiente Lucia Leonessi.

«Siamo onorati che sia stato scelto il Comune di Locorotondo quale luogo di presentazione di un’iniziativa di portata regionale, riguardo ad un tema a cui siamo particolarmente attenti – ha commentato il sindaco di Locorotondo dott. Tommaso Scatigna – da anni siamo impegnati nel promuovere la cultura della salvaguardia ambientale, con iniziative nelle scuole, incontri nel territorio. Abbiamo accettato la sfida di portare nell’agro densamente abitato la raccolta porta a porta e, infine, siamo stati pionieri fra gli enti locali a promuovere l’adozione dei cani a fronte dell’abbattimento della TARI. Certamente, abbiamo un bagaglio di esperienze che ben fa sperare per la conquista dei primi posti di questo concorso».