Consiglio dei ministri: in vista modifiche alla normativa primaria sulle emissioni in atmosfera

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari europei Vincenzo Amendola, ha approvato, in esame preliminare, un disegno di legge che delega il Governo al recepimento di direttive europee e all’attuazione di altri atti dell’Unione europea (legge di delegazione europea 2019).

Le decisioni in CdM del 12 Dicembre 2019

Tra gli aspetti trattati, il Consiglio ha discusso della disciplina normativa primaria riguardante le emissioni in atmosfera degli impianti di combustione Integrazioni e correzioni, disciplinata attualmente dal decreto legislativo 15 novembre 2017, n. 183, di attuazione della direttiva (UE) 2015/2193 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2015, sulla limitazione delle emissioni nell’atmosfera dei medi impianti di combustione e di riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera (decreto legislativo – esame preliminare),

Ebbene, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro per gli affari europei Vincenzo Amendola e del Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare Sergio Costa, ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo che introduce integrazioni e correzioni al suddetto atto, contenente modifiche finalizzate, in particolare, a garantire la certezza normativa in materia di obblighi e di controlli relativi alla gestione degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera, nonché a razionalizzare le procedure autorizzative e il sistema delle sanzioni, con riguardo sia alle imprese sia ai privati gestori di impianti termici civili.