End of waste tessili: novità in arrivo

A seguito di una interrogazione parlamentare avente ad oggetto la normativa relativa al riciclo dei rifiuti tessili, il Ministero della Transizione Ecologica ha annunciato di voler nuovamente mettere mano alla bozza di Decreto presentato ad inizio 2021, riguardante il flusso in oggetto

Il tema

Il MITE ha avviato una massiccia campagna di regolamentazione riguardante le diverse tipologie di rifiuto esposte alle attività di recupero ai fini della cessazione della qualità di rifiuto.

Si tratta di circa 20 regolamenti, tra quelli già emanati, e quelli che si trovano ai vari punti della procedura Legislativa che prevede vari passaggi.

L’intenzione è stata resa nota il 6 agosto 2021 dal Ministro della transizione ecologica con una risposta scritta ad una interrogazione parlamentare avente ad oggetto la normativa relativa aL riciclo dei rifiuti tessili (n. 5-05416).

La volontà del MITE è quella di predisporre un sistema di responsabilità estesa per il produttore del Prodotto tessile, e, in tale contesto, inserire anche la regolamentazione end of waste apposita.

I due provvedimenti, si legge conclusivamente nella risposta, sono finalizzati a rendere possibile la “organizzazione concreta di una serie di filiere di riciclo e recupero delle innumerevoli fibre tessili” anche grazie al prossimo avvio della raccolta differenziata dei rifiuti tessili (ex Dlgs 116, 2020 a partire dal 1° gennaio 2022, tre anni prima di quanto indicato dalla direttiva 2008. 98. Ce).