Con il green corner in tutta Italia si riduce la produzione rifiuti

Green Corner: si chiama così l’ultima iniziativa del Ministero dell’Ambiente per la limitazione della produzione dei rifiuti, nell’ambito alla Settimana europea per la riduzione dei rifiuti, il cui tema è, per questa undicesima edizione (16-24 novembre), “Conosci, cambia, previeni”.

Gli obiettivi della Settimana

Realizzata ogni anno nel mese di novembre, l’obiettivo posto dall’iniziativa, per il 2019, è quello di educare all’impatto che l’eccessivo consumo e la generazione di rifiuti possono avere sull’ambiente così da cambiare le abitudini quotidiane per ridurne la produzione.

Che cos’è la settimana europea per la riduzione dei rifiuti

La Settimana europea per la riduzione dei rifiuti rappresenta la principale campagna di informazione e sensibilizzazione dei cittadini europei sull’impatto della produzione di rifiuti sull’ambiente. Nata all’interno del Programma Life+, è gestita da un comitato promotore europeo all’interno del quale siede la Commissione europea in veste di indirizzo strategico. In Italia la Settimana è coordinata da Aica e promossa da un comitato promotore composto da: ministero dell’Ambiente, Cni Unesco come invitato permanente, Utilitalia, Anci, città metropolitana di Torino, città metropolitana di Roma Capitale, Legambiente, Regione Sicilia, con il supporto tecnico di E.R.I.C.A. società cooperativa ed Eco dalle Città.

Le caratteristiche dell’iniziativa

In particolare, con l’approvazione del DL “clima”, viene prevista la realizzazione di “green corner” in merito ai prodotti sfusi, utile a per ridurre la produzione di rifiuti.

Il provvedimento contiene degli incentivi per la realizzazione di tali punti vendita, con particolare attenzione per quelli gestiti dai piccoli esercenti e le botteghe di quartiere, con l’obiettivo di incentivare l’abbandono dell’uso degli imballaggi.