Imballaggi in bioplastica – Rideterminata l’entità del Contributo Ambientale dal 1° Luglio 2021

Il Contributo Ambientale degli imballaggi in plastica biodegradabile è stato rideterminato dal Conai su proposta di Biorepack, il consorzio per la gestione a fine vita degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile.

Dal prossimo 1° Luglio 2021, su proposta di Biorepack, il Consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile, il Consiglio di amministrazione CONAI ha rideterminato il contributo ambientale per tutti gli imballaggi in bioplastica.

Quali sono i requisiti degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile?

Secondo la norma Uni En 13432 i requisiti della “compostabilità” che un’ imballaggio deve possedere sono le seguenti:

  • Biodegradabilità che rappresenta  la conversione metabolica del materiale in anidride carbonica corrispondente al 90% da raggiungere in meno di 6 mesi
  • Disintegrabilità intesa come assenza di contaminazione visiva nel compost finale
  • Assenza di effetti negativi sul processo di compostaggio
  • Bassi livelli di metalli pesanti e assenza di effetti negativi sulla qualità del compost intesa come assenza di effetti ecotossicologici sulla crescita delle piante una volta usato.
  • Altri parametri chimico-fisici in studio che non devono cambiare dopo la degradazione del materiale sono: il PH, il contenuto di alcuni minerali come l’ Azoto, il  Potassio, il Magnesio, il Sodio, ciascuno di essi è necessario per la definizione di compostabilità ma singolarmente non è sufficiente.

Nuovo contributo Conai

Il nuovo  importo stabilito dal Conai ammonterà  a 294 €/tonnellata ed entrerà in vigore dal 1° Luglio 2021.Tale contributo verrà versato al nuovo Consorzio nazionale per il riciclo organico degli imballaggi in plastica aventi i requisiti della norma Uni di cui sopra, in particolare riguarderà i sacchi per frutta e verdura o altri alimenti sfusi, piatti, bicchieri e altri imballaggi alimentari, i sacchetti monouso per il trasporto di merci, bottiglie/flaconi, vaschette in espanso per i gelati, ecc. Sarà la prima volta in Europa che un sistema di responsabilità estesa del produttore dà vita ad un Consorzio per la valorizzazione degli imballaggi in plastica biodegradabile e compostabile stabilendo un contributo ambientale ad hoc.

Advertising

E’ in libreria e sullo shop-on line di Amazon, il mio nuovo volume dedicato alle “Procedure Autorizzative Ambientali”, dopo gli effetti del DL Semplificazioni del Luglio 2020. Per acquistare la tua copia, clicca qui!