Organicamente vincenti: potenzialità e qualità della frazione umida

Si è svolto mercoledì 29 Luglio 2020 il quinto ed ultimo appuntamento de “I mercoledì dell’Ambiente”, dal titolo “Organicamente vincenti: potenzialità e qualità della frazione umida”. E’ intervenuto anche Stefano Sassone, evidenziando come “maggiore sia la qualità della matrice sottoposta a trattamento, minore sarà il costo dello stesso, rendendo conveniente, sotto un profilo economico, lo svolgimento delle attività da parte degli imprenditori che si vogliono impegnare nelle attività di recupero”.

Il tema della puntata

Nel corso dell’evento è intervenuto il Senatore Luca Briziarelli, che ha dichiarato: “Una corretta ed efficiente gestione della frazione organica è fondamentale per assicurare l’efficacia economica del ciclo integrato di gestione dei rifiuti. Non bastano dichiarazioni di principio sulla necessità di considerare il rifiuto come una risorsa, occorre essere conseguenti in termini di leggi e norme, solo così è possibile tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini e, allo stesso tempo, rendere sostenibili il sistema anche sul piano economico, facendone un’occasione di crescita e sviluppo. Per questo iniziative come quella proposta da Confindustria Cisambiente sono utili per un confronto costruttivo che permetta an he agli operatori di dare il proprio contributo di idee e proposte”.

Il Direttore Generale, Dott.ssa Lucia Leonessi, ha inoltre puntualizzato che “è rilevante, ai fini della produzione di materie prime seconde da organico, un livello di qualità della matrice trattata negli impianti”.

Da ultimo, il Direttore dell’Area Tecnica di Confindustria Cisambiente, Dott. Stefano Sassone, ha sottolineato come “maggiore sia la qualità della matrice sottoposta a trattamento, minore sarà il costo dello stesso, rendendo conveniente, sotto un profilo economico, lo svolgimento delle attività da parte degli imprenditori che si vogliono impegnare nelle attività; in tal senso il passaggio dal Ministero dell’Ambiente agli atti di governo in recepimento delle direttive del Pacchetto “Circular Economy”, segnatamente il n. 169, ha privato della possibilità di inserire delle quote massime di impurità in ingresso agli impianti di trattamento per l’organico che, senza dubbio, avrebbero innalzato la qualità del prodotto finale, riducendo l’inquinamento “interfiliera”, promuovendo l’attività di recupero, e attuando, al meglio, i principi dell’economia circolare

Il format

Confindustria Cisambiente con la collaborazione di AICA (Associazione Internazionale Comunicazione Ambientale), ha programmato 5 dirette streaming in cui verranno trattati importanti e attuali argomenti, che vedranno la partecipazione di personaggi Istituzionali (Camera, Senato, ISPRA, ecc.) accompagnati dalle realtà imprenditoriali delle Aziende associate.