Raee, raccolta supera quota 300mila tonnellate.

Presentata a Milano la relazione del Centro di Coordinamento RAEE sulla raccolta della tipologia di rifiuti in esame. Cresce la quantità assoluta di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche raccolte sul territorio italiano.

L’evento

Alla Fondazione Feltrinelli a Milano è stato presentato l’11° Rapporto Annuale sul sistema di ritiro e trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE), a cura di CDC RAEE.

I dati

l’Italia ha raggiunto quota 310mila tonnellate, registrando una crescita del 4,8%, sottolineando come almeno 140mila non sono incluse perché trattate come residui ferrosi. In particolare, nel 2018 sono stati raccolti in Italia più di 310mila tonnellate di rifiuti, con una crescita rispetto al 2017 di quasi 15mila tonnellate.

In merito alla raccolta media pro capite attestatasi, nel corso del 2018, essa si attesta in crescita a 5,14 Kg per abitante (rispetto ai 4,9 Kg per abitante del 2017), facilitata strumento della rete infrastrutturale attiva sul territorio nazionale (4.212 centri di raccolta rispetto ai 4.076 attivi nel 2017).

A livello regionale, invece, primeggiano le aree del nord Italia: in particolare, la Valle d’Aosta è ancora la regione più virtuosa del paese sia a livello di raccolta pro capite (10,50 Kg per abitante, più del doppio della media nazionale) che in merito alla diffusione dei centri di raccolta (21).  Fanalino di coda di questa classica è la Campania, con 2,96 Kg/ab

Infine, in termini assoluti, la Lombardia è quella regione nella quale si raggiungono i maggiori livelli, con 57 kton raccolti nello scorso anno.

Il CDC RAEE

Estensore del Rapporto è stato il Centro di Coordinamento RAEE (“CDC RAEE”), ovvero l’organismo centrale che si occupa di ottimizzare la raccolta, il ritiro e la gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia anche attraverso la gestione di un elenco a cui devono iscriversi tutti gli impianti di trattamento di RAEE. Esso viene gestito e governato dai Sistemi Collettivi sotto la supervisione del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e del Ministero dello Sviluppo Economico.

Raggruppamenti Anno 2019 Anno 2018 Ultimo Mese
Anno 2019
Ultimo Mese
Anno 2018
Totale 2018 19 vs 18
R1 18.998,74 16.724,13 6.467,63 5.689,63 84.125,16 14%
R2 26.982,68 24.041,68 8.666,61 7.805,24 101.755,65 12%
R3 14.099,95 13.580,06 4.702,25 4.274,77 59.783,51 4%
R4 16.979,97 13.820,28 5.760,23 4.404,01 62.985,73 23%
R5 565,84 540,82 190,52 178,89 1.961,11 5%
TOTALE 77.627,18 68.706,97 25.787,24 22.352,54 310.611,16 13%

Tabella 1. La raccolta dei RAEE in Italia, per tipologia di raggruppamenti (Fonte: CDC RAEE).

Ricordiamo che i raggruppamenti di apparecchiature elettriche ed elettroniche prodotte (AEE),  sono:

  • Freddo e clima: Frigoriferi, condizionatori, … 24%;
  • Grandi Bianchi: lavatrici, Lavastoviglie, forni, … 35%;
  • TV e Monitor: Televisori e schermi a tubo catodico, … 18%;
  • Piccoli Elettrodomestici: Telefonini, computer, giochi elettronici, …22%;
  • Sorgenti Luminose: Lampadine, lampade fluorescenti, … 1%.

Le dichiarazioni

Giorgio Arienti, presidente del Centro di Coordinamento RAEE: «Il risultato ottenuto dal Sistema RAEE nel 2018 – oltre 310.000 tonnellate di RAEE domestici sottoposte a un corretto trattamento – è frutto dell’impegno sinergico dei sistemi collettivi e di tutti i gestori della raccolta, i Comuni, le aziende di gestione rifiuti, i distributori e gli installatori di apparecchiature elettriche e elettroniche. Si tratta di un risultato significativo, ma il percorso per raggiungere i target fissati dall’Unione Europea è ancora lungo e non privo di ostacoli, a partire dal perdurare di una disomogeneità territoriale dei sistemi di raccolta, che oscillano da realtà di eccellenza a strutture del tutto insufficienti a soddisfare le esigenze della popolazione. La comunicazione nei confronti dei cittadini, per aumentare la sensibilità nei confronti della raccolta differenziata dei RAEE, e il potenziamento della rete infrastrutturale di raccolta sono compiti dai quali gli Enti Locali non possono esimersi. Il sistema di gestione dei RAEE istituito dai produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche anche nel 2018 ha garantito un servizio di ritiro capillare ed efficiente in tutta Italia. Non solo: i produttori di AEE, attraverso i sistemi collettivi, hanno messo a disposizione dei soggetti che effettuano la raccolta oltre venti milioni di euro tra premi di efficienza, fondo per lo sviluppo delle infrastrutture di raccolta e finanziamenti per la comunicazione locale e nazionale».