Rapporto ANIE rinnovabili: cosa cambia nella produzione da fonti rinnovabili con il lock-down

Interessanti risultati emersi dal rapporto dell’Osservatorio delle Fonti di Energie Rinnovabili (FER), realizzato da ANIE Rinnovabili, nel primo semestre del 2020, utili a valutare gli effetti del lockdown.

Il quadro generale

ANIE, come lecito attendersi, evidenza come, nel contesto generale di riduzione delle attività economiche, produttive di beni e servizi, anche l’esigenza di energia, ed in particolare di quella derivante da fonti di energia rinnovabile, ha subito un evidente e significativo calo.

Cosa è avvenuto da gennaio a giugno 2020?

In particolare, le nuove installazioni di fotovoltaico, eolico e idroelettrico hanno raggiunto complessivamente 339 MW di potenza, segnando un calo pari al 39% rispetto alla precedente annualità. Tuttavia la flessione complessiva deve essere letta in maniera distinta, per le varie fonti:

  • cresce il fotovoltaico (+12%) e l’idroelettrico (+62%);
  • diminuisce l’eolico (-86%).

Rimane quindi evidente che la sola prima configurazione ha evidenziato confortanti segnali di ripresa a maggio e giugno, dopo gli inevitabili rallentamenti operativi dovuti all’emergenza igienico-sanitaria.

Purtroppo, per le altre, gli effetti della riapertura su eolico e idroelettrico saranno più evidenti nei prossimi mesi, a causa delle tempistiche più lunghe per il rilascio delle concessioni.

Advertising

E’ in libreria e sullo shop-on line di Amazon, il mio nuovo volume dedicato alle “Procedure Autorizzative Ambientali”, dopo gli effetti del DL Semplificazioni del Luglio 2020. Per acquistare la tua copia, clicca qui!