Sistemi Collettivi: per Remedia un anno da record.

Remedia, il sistema collettivo per la gestione ecosostenibile di tutte le tipologie di RAEE, pile, accumulatori e impianti fotovoltaici ha stabilità il record di raccolta per quanto attiene la raccolta di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

90.000 tonnellate raccolte nel 2017.

Nel 2017, rispetto al 2016, il Sistema Collettivo ha fatto segnare un incremento del 34% rispetto al 2016 e un aumento di oltre il 400% a confronto con il 2008, anno d’esordio del sistema. In valori assoluti questo è significato, tra il 2016 e il 2017 un incremento pari a 90.000 tonnellate di rifiuti elettronici gestiti. In tal senso, Remedia si qualifica come attesta come primo consorzio italiano nella gestione di RAEE pericolosi, con circa 55.000 tonnellate gestite.

i numeri del 2017.

Per quanto riguarda i RAEE domestici, ossia quelli generati dai nuclei famigliari, ammontano complessivamente a 73.200 tonnellate (+26% rispetto al 2016), a cui si aggiungono i RAEE professionali, prodotti da aziende ed enti pubblici, pari a 6.900 tonnellate e, infine, ben 9.900 tonnellate di pile e accumulatori portatili, industriali e per veicoli (+186% rispetto all’anno precedente).

In merito ai raggruppamenti specifici gestiti:

  1. R3 (TV e monitor): aumentano del 32%, con 36 kton raccolte,
  2. R4 (elettronica di consumo, informatica e piccoli elettrodomestici): medesimo aumento rispetto al precedente, con un + 32% rispetto al 2016, che, in termini assoluti, equivale ad un +12 kton;

Per gli altri raggruppamenti:

  1. R2 (Grandi Bianchi): + 23%, con un aumento del raccolto pari a 6.800 tonnellate
  2. R1 (freddo e clima): +12%, pari a + 18 kton
  3. R5 (sorgenti luminose): 67 t, pari, in termini relativi ad un +29%).

Il Sistema evidenzia anche, del totale intercettato,ben 55 Kton sono pericolosi.