Tariffe TARI al 31 Luglio e plastic tax al 1 Gennaio 2021

Con il Decreto Legge “Rilancio”, vengono posticipate alcune significative scadenze riguardanti la tassa sui  rifiuti, la c.d. “plastic tax” e la c.d. “sugar tax”. Vediamo i dettagli dell’operazione.

Rinvio della tariffa TARI

In merito all’approvazione delle tariffe della tassa rifiuti, il Governo ha deciso, con l’art. 118 del DL n. 34/2020, (c.d. “Rilancio”), quanto di seguito:
Art. 138 – Allineamento termini approvazione delle tariffe e delle aliquote Tari e Imu con il termine di approvazione del bilancio di previsione 2020. 
1. Sono abrogati il comma 4 dell’articolo 107 del decreto-legge  17 marzo 2020, n. 18, convertito,  con  modificazioni,  dalla  legge  24 aprile 2020, n. 27, il comma  779  dell’articolo  1  della  legge  27
dicembre 2019, n. 160, e il comma 683-bis dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147. 
Pertanto, a seguito di questo allineamento, ne segue che la scadenza per l’approvazione è divenuta il 31 Luglio 2020.

Plastic tax e sugar tax

Ti segnalo anche il rinvio al 2021 dell’entrata in vigore di “plastic tax” e “sugar tax” (dall’1.1.2020).
Per quanto attiene la disciplina tariffare del settore elettrico, si segnala una novità da parte di ARERA. Con l’art. Art. 30 (“Riduzione degli oneri delle bollette elettriche”): “[..] Per i mesi di maggio,  giugno  e  luglio  2020,  l’Autorita’  di regolazione  per  energia  reti  e  ambiente  dispone,   con   propri provvedimenti,  la  riduzione  della  spesa  sostenuta  dalle  utenze elettriche connesse in bassa tensione diverse  dagli  usi  domestici, con riferimento alle voci della bolletta identificate come “trasporto e gestione del contatore” e “oneri generali di sistema”,  nel  limite massimo delle risorse di cui al comma 3, che costituiscono  tetto  di
spesa.