UE: approvati piani italiani per le imprese energivore

Approvata la pianificazione predisposta dal nostro Paese a riguardo dei piani utili a compensare parzialmente le imprese energivore, in relazione all’aumento dei prezzi dell’elettricità, dovuto ai costi indiretti delle emissioni nell’ambito del sistema di scambio di quote di emissione dell’UE (ETS).

Che cosa significa ETS?

Il sistema EU ETS rappresenta l’architrave della politica comunitaria per attuare il contrasto ai cambiamenti climatici.

Esso rappresenta uno strumento fondamentale per ridurre in maniera economicamente efficiente le emissioni di gas a effetto serra, in quanto la Comunità europea rappresenta il primo mercato mondiale della CO2 e continua a essere il più esteso.

Il sistema per lo scambio delle quote di emissione:

In particolare, esso è attivo in tutti i paesi dell’UE, più l’Islanda, il Liechtenstein e la Norvegia.

Contribuisce in maniera significativa a limitare le emissioni prodotte da circa 10 000 impianti nel settore dell’energia elettrica e nell’industria manifatturiera, nonché dalle compagnie aeree che operano tra questi paesi, ed interessa circa il 40% delle emissioni di gas a effetto serra dell’UE.

Perché le misure di compensazione?

La Commissione ha valutato la misura ai sensi dei suoi orientamenti su talune misure di aiuto di Stato nel contesto del sistema di scambio di quote di emissioni di gas a effetto serra.

In particolare, la valutazione è stata effettuata ai sensi degli orientamenti post-2012 per gli aiuti che compensano i costi sostenuti nel 2020 e degli orientamenti post-2021 per gli aiuti che compensano i costi sostenuti nel periodo 2021-2030.

L’importo delle misure

Il regime coprirà i costi indiretti delle emissioni sostenuti nel periodo 2020-2030, con un bilancio provvisorio di circa 1,49 miliardi di euro, e la misura andrà a vantaggio delle imprese attive in Italia nei settori che devono far fronte a costi significativi dell’elettricità e che sono particolarmente esposte alla concorrenza internazionale.

Le modalità di compensazione

La compensazione sarà concessa attraverso un rimborso parziale dei costi indiretti dell’ETS alle società ammissibili.

L’applicabilità degli orientamenti ETS post-2012 per gli aiuti a copertura dei costi sostenuti nel 2020 deriva dalle caratteristiche specifiche del sistema indiretto di compensazione dei costi ETS, in base al quale l’aiuto può essere richiesto e pagato ex post nell’anno successivo a quello in cui si sono verificati i costi. La Commissione ha constatato che la misura è in linea con i requisiti degli orientamenti applicabili.

In particolare, il sistema contribuirà ad evitare un aumento delle emissioni globali di gas a effetto serra dovuto al trasferimento di imprese in paesi al di fuori dell’UE con normative ambientali meno rigorose.

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni, cliccare qui.

Advertising

Book

E’ in libreria e sullo shop-on line di Amazon, il mio nuovo volume dedicato alle “Procedure Autorizzative Ambientali”, dopo gli effetti del DL Semplificazioni del Luglio 2020. Per acquistare la tua copia, clicca qui!

Formazione

Eroghiamo corsi da remoto sui temi dei rifiuti e delle bonifiche.

Chiedi informazione sui corsi:

  • scrivi su Whatsapp oppure chiama il : + 39 328 767 0207
  • scrivi a: relazioniesterne@stefanosassone.it .