UNI: on line le linee guida per la prevenzione dei danni ambientali

UNI e Pool Ambiente hanno sviluppato e pubblicato la Prassi di riferimento UNI/PdR 107:2021 “Ambiente Protetto – Linee guida per la prevenzione dei danni all’ambiente – Criteri tecnici per un’efficace gestione dei rischi ambientali”.

La finalità delle LG: misurare l’affidabilità e la capacità di generare profitto mediante la tutela dell’ambiente

Le motivazioni alla base dell’intervento di UNI sono presto spiegate.

L’Istituto condivide pienamente un crescente impegno, da parte di tutti i portatori di interesse, per la tutela dell’ambiente, sempre più presente:

  • sia nelle politiche aziendali;
  • sia nei criteri d’acquisto dei consumatori.

Ne deriva che la misurazione delle performance ambientali è alla base dei criteri ESG (“Environmental, Social and Governance”, n.d.r.) con cui si misura l’affidabilità e la capacità di generare profitto di un’impresa.

Con quest’ottica UNI e Pool Ambiente hanno sviluppato e pubblicato la Prassi di riferimento UNI/PdR 107:2021 “Ambiente Protetto – Linee guida per la prevenzione dei danni all’ambiente – Criteri tecnici per un’efficace gestione dei rischi ambientali”.

Lo scopo è quello di fornire alle imprese di qualunque settore e dimensione:

  • uno strumento pratico per rendere più efficace la propria politica di tutela dell’ambiente;
  • in particolare, consentire ad esse la prevenzione di eventuali danni alle matrici ambientali.

Gli obiettivi strategici, ottenuti con la certificazione ovvero con l’implementazione delle indicazioni contenute nella Prassi sono:

  • contribuire a prevenire prevenzione i danni e diminuire la frequenza e intensità degli eventi incidentali;
  • fornire alle organizzazioni indicazioni dettagliate su come devono essere eseguite le manutenzioni e i controlli operativi dei propri impianti che potenzialmente possono diventare sorgente di danno all’ambiente;
  • fornire alle organizzazioni uno strumento per valorizzare il proprio impegno nella tutela dell’ambiente.

Gli interventi prioritari per una solida politica ambientale

UNI chiarisce il proprio punto di vista sugli interventi da considerare come prioritari ai fini di una solida politica ambientale, cercando la similitudine tra questa ed un albero, ed evidenziando come le radici di questo siano costituite da quelle attività senza le quali l’intera solidità dell’albero vacilla.

A questo punto, se si omettono le azioni necessarie alla sua sopravvivenza, l’albero termina il proprio ciclo di vita, ed in modo del tutto analogo, disastrose sono le conseguenze sulle risorse naturali qualora gli elementi di danno all’ambiente siano trascurati

E’ opportuno sottolineare come, in caso di evento di danno l’impresa deve essere in grado di limitarne le conseguenze e ottemperare ai propri obblighi di bonifica e ripristino delle risorse naturali danneggiate.

La chioma dell’albero è invece costituita da tutti quegli interventi che permettono la misurazione e il miglioramento delle performance ambientali.

I possibili danni individuati nella Prassi

Diversi i possibili scenari di danno ambientale considerati dalla Prassi:

  • gli effetti diretti e indiretti causati dagli incendi (fumi, ricadute al suolo di sostanze chimiche);
  • perdite da serbati e vasche (sia interrate che fuori terra);
  • perdite da condutture;
  • sversamenti da aree di processo, di deposito, di movimentazione o di carico e scarico di prodotti o di rifiuti;
  • emissioni fuori norma;
  • perdite da depuratori;
  • ecc…

La certificazione

Le imprese che applicheranno correttamente i requisiti della nuova prassi di riferimento potranno richiedere la certificazione – che potrà essere rilasciata a cura di un organismo accreditato presso Accredia – ed ottenere il Marchio UNI.

Tali imprese potranno comunicare esternamente le informazioni relative alla certificazione acquisita, con informazioni chiare e non fraintendibili rispetto al campo di applicazione certificato.

Per le aziende che otterranno la certificazione sulla base della prassi UNI sono inoltre previsti benefici economici tra cui – ad esempio – sconti sui premi assicurativi delle polizze ambientali.

Advertising

Book

E’ in libreria e sullo shop-on line di Amazon, il mio nuovo volume dedicato alle “Procedure Autorizzative Ambientali”, dopo gli effetti del DL Semplificazioni del Luglio 2020. Per acquistare la tua copia, clicca qui!

Formazione

Eroghiamo corsi da remoto sui temi dei rifiuti e delle bonifiche.

Chiedi informazione sui corsi:

  • scrivi su Whatsapp oppure chiama il : + 39 328 767 0207
  • scrivi a: relazioniesterne@stefanosassone.it .