Arera: parte l’anagrafica operatori

Dal primo luglio i gestori del servizio integrato dei rifiuti, anche differenziati, urbani ed assimilati, ed i servizi che costituiscono attività di gestione (spazzamento, raccolta e trasporto, spedizione transfrontaliera, recupero e smaltimento), ivi compresi i Comuni che li gestiscono in economia, devono l’obbligo di iscriversi alla c.d. “anagrafica operatori dell’Autorità”, secondo quanto disposto dalla Deliberazione n. 715 del 2018.

Qual’è l’obiettivo perseguito?

Tale registrazione, analogamente a quanto avviene per altri settori regolati da ARERA, viene da questa ritenuto di fondamentale importanza per consentire a questa di conoscere i gestori del settore, che per i gestori medesimi la possibilità di accedere alle singole raccolte dati dell’Autorità.

Come avviene l’accreditamento

L’accreditamento si effettua compilando il modulo online disponibile sul sito internet della autorità anche il manuale contenente le modalità operative per la compilazione aggiornamento della anagrafica, nonché una breve descrizione delle attività del settore rifiuti.

Per le maggiori informazioni sulla procedura di registrazione

In caso di problemi di problemi non è possibile contattare il service desk, che attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8:30 alle 13, e dalle 14 alle 18:30, al numero verde 800 707 337 (dall’estero: 00349 5580), oppure inviare una mail all’indirizzo infoanagrafica@arera.it.

Gli uffici sono comunque a disposizione per qualsiasi dubbio chiarimento al numero 02 65 565264, oppure al numero 02 6556 5354.